L’alta cucina aggiunge iniziative contro il coronavirus